Archivio della categoria: pioggia dorata

Smalto nuovo

Il mio rientro in ufficio è stato gratificato
da un agente commerciale, da sempre mio corteggiatore,
che mi ha regalato un kit di smalti per le unghie,
oggi gli ho promesso che mi sarei presentata in ufficio
smaltata per avere una scontistica maggiore sugli acquisti.

Prima però ho voluto divertirmi col bidello
nella nuova veste di Trav Troia rottoinculo.




Sbrodolo di gioia

Siamo praticamente alla fine dell'estate e delle mie ferie
e forse sarà l'aria che si è rinfrescata ad infoiare
così tanto il bidello.
Non ci crederete ma sono stata io a dirgli basta...

Ci siamo visti ieri per festeggiare il mio ultimo giorno di vacanza
alle 10 00  e nel giro di un caffè, sosta al parcheggio
dello stesso bar e mi pianta il cazzo in gola, 
levandomelo solo dopo avermi ingozzata di sborra.

Via di li siamo andati subito al nostro covo,
mentre cerco le chiavi per aprire la porta sento
il suo dito entrarmi villanamente nel culo,
poi anche il secondo..entrati dalla porta sfila le dita
e ci schiaffa il cazzo che inizia a pomparmi
mentre, a colpi di uccello, mi trasporta sul letto...
da quel momento ho perso i sensi...
si sono fatte le 13 senza rendersene conto
e lui stava ancora stantuffando il mio deretano
senza una minima intenzione di smettere....

La fretta e gli impegni famigliari della Domenica
mi hanno obbligata a fermarlo
...chiaramente solo per quello.



Pisciata a tradimento

La voglia di succhiargli il cazzo era incontrollabile
ed ho dirottato tutti i miei appuntamenti
per trovarmi col bidello il più presto possibile...

La giornata settembrina era favolosamente adatta
per stare in terrazza a prendermi l'ultimo sole della stagione,
ecco che arriva il bidello, porco e voglioso al punto giusto
che prima di dirmi ciao mi conficca l'uccello in bocca
ed mi lascio spingere la testa quasi a prendergli in bocca i coglioni,
cosa abbastanza facile dal momento che era ancora in fase di irrigidimento
...quando ad un certo punto un ondata bollente invade
bocca e gargarozzo,  ci ho impiegato un attimo
a capire che mi stava irriguardosamente
pisciando in gola....

che magica mattinata....

Sempre tanto…Anal

Sicuramente non è tra i video più belli che abbiamo girato
ma quella situazione la ricordo come se fosse ieri
ed è per questo che ho voluto riproporla a tutti miei seguaci.

Sborrate con me

La cavalcata delle valchirie

Lo stavo aspettando impaziente
già pronta a pecora sul letto dopo un'abbondante
oretta di gioco in solitaria con i miei oggetti..

Eccolo che arriva, nemmeno il tempo di dirmi ciao..
la sua unica ambizione era la stessa che avevo io,
farmi sbattere e fottere come una sacrosanta Troia...


Vi aspetto anche su facebook dove
ho anche un gruppo per l'intimo usato ma,
sopratutto, un gruppo segreto...
"Champagne e Cioccolata"
avete capito no?....


Tiriamo le somme

Nel corso degli anni ho ciucciato qualche dozzina di uccelli
e in ognuno ho riscontrato caratteristiche durante l'apice del piacere.
C'è chi desidera farsi trattenere la cappella in bocca, senza vederne l'effetto
schizzante, c'è che vuole terminare da solo, altri, tipo il bidello, preferiscono
essere ciucciati e mordicchiati energicamente dietro alla cappella, precisamente sul frenulo.
Mi è capitato solo uno che voleva sentire la lingua strusciare sulla corona della cappella
senza provare fastidio e irritazione, mentre la zona prepuzio
piace quasi a tutti e in particolarmodo nella prima fase, quando
il pompino sta prendendo forma e calore.
Un'altro caso a me capitato ( succhio ancora questo individio di tanto in tanto)
è il provare piacere spingendo la lingua nel buchetto dell'uretra
e credo sia un'altro caso isolato come quello della corona.
Qui sotto vi faccio vedere una specifica delle parti di un uccello
perchè anche voi possiate dirmi la vostra, magari qui nei commenti,
non si sa mai che qualcuno mi intrighi così tanto nelle proprie particolarità
da stimolare ed invogliare la mia movimentata fantasia


Mentre qui sotto vi mostro il massimale orgasmico
che riesco a procurare al Gran Porco del bidello
in una delle consuete pompe prelavorative
che mi spingono ad andare in ufficio in condizioni
compromettenti. Non amo lavarmi accuratamente
dopo certi momenti ad alto tasso sessuale.