Cambiamento


 
Eccomi di nuovo qui.
Ciclicamente la mia vita mi porta a cambiamenti, rinnovamenti e capovolgimenti. Indubbiamente questo significa che sono ancora viva, che sono una persona che sa adattarsi e crescere.

Come Proteo che cambiava forma, mi plasmo e mi adeguo. La proteicità è una dote? Oppure un moto perpetuo che non mi fa mai stare ferma e tranquilla nello stesso posto?La noia è il mio più grande demone. Stare ferma, senza stimoli per me è come morire.
E quando è necessario bisogna buttare via la vecchia pelle accartocciata come un sinuoso serpente che si struscia sulle pietre arroventate e lasciar crescere quella nuova, lucida e tenera, ma troppo liscia ancora per proteggermi. Ora mi sento così. Fragile e un po’ frastornata, con la testa piena e il corpo stanco. Piena di dubbi e timori ma speranzosa.

Ma l’annus horribilis è finito