Archivio mensile:dicembre 2013

Psicologia della minchia

Fin da adolescente le donne ti hanno intimamente turbato, sono state al centro delle tue fantasie erotiche blande e perverse. L'amica, la fidanzatina, la cugina, la vicina, tutte prede più e meno possibili. E poi che dire delle donne che hai visto scopare nei film porno: bionde, more, rosse, nere, asiatiche. Troie pronte a provocare nude ma anche in tacchi e lingerie. Quelle belle gnocche penetrate da cazzi duri che puntualmente le sfondano la fica e, spesso, anche il culo. E tu eri lì voglioso a segarti, a fartelo in mano. Ma, se ci pensi bene, hai ammirato anche i cazzi che le penetravano, magari qualcuno bello grosso lo hai anche invidiato. Hai notato anche il cazzo di qualche amico che faceva la doccia dopo una partita di calcetto. Prima o poi ti sarà passato per la testa qualche pensierino tipo: "Che sapore avrà il cazzo?". Nel tuo inconscio probabilmente vorresti leccarlo e succhiarlo ma hai paura di esternare queste fantasie, temi che l'altro non ci stia e temi il giudizio altrui. Eh già perchè due uomini che fanno qualcosa insieme sono froci, o forse no, ma per la gente superficiale non fà molta differenza. Però queste voglie sono lì dentro di te nascoste, pronte ad esplodere in ogni momento proprio come la sborra calda che schizza dal cazzo che eiacula e che potresti prendere in bocca tu e gustare. E chissà come dev'essere prenderlo nel culo, proprio come fanno le tante ragazze puttanelle. La tua donna non potrà mai dartelo di carne, ricordalo. E si torna alle donne. Belle, bone e maledette. Quanta fatica per conquistarle, per fotterle. Fotterle già, ma per quanto? Il tempo che concedano l'esclusiva prima di saltare su un altro cazzo e renderti cornuto. Fortunatamente la bocca per succhiare ce l'hanno anche i maschi e anche un bel buco per prenderlo nel culo. Bhè allora forse gli uomini potrebbero non esser schiavi della figa... a patto però che siano trasgressivi e fantasiosi, che osino superando così i tabù. E dopo è facile, dopo a tutto ci si abitua e si finisce per godere anche senza di lei.

Lei strafiga: un obiettivo molto difficile













    
La penetrata classica come ne hai viste tante...Soffermati sul cazzo di lui...


...e finalmente la trasgressione: l'amico caldo può darti piacere




A puttane con il mio amico

Penso che ad alcuni di voi sia capitato di andare a puttane con gli amici qualche volta. Successe così anche a me e a Paolo solo che andò diversamente dal previsto. Il caso volle che le ragazze fossero tutte impegnate, solo Jasmine era disponibile. Una donna per due uomini ma io dissi: "Va bene ci arrangiamo" e lui fu d'accordo. Iniziai a baciare la puttana quando a un tratto sentì risucchiarmi splendidamente la cappella. Quel porcellino di Paolo mi stava facendo un ricco pompino! Esclamai: "Hey ma che sei scemo?" ma lui continuava a succhiare senza fermarsi. Jasmine mi disse: "Dai che fà... si vede che al tuo amico piace così e poi stai anche godendo mi pare". A quel punto, con la complicità di lei, mi lasciai andare. Lui si mise a leccare la fica della ragazza ed io ricambiai le attenzioni orali appena ricevute sbocchinandolo perbene. Ansimava il maialino ed io mi eccitavo sempre più. La puttana si leccava le labbra vedendoci così affiatati. Paolo si adagiò sul mio cazzo ed io lo scopai a candela mentre lui succhiava i capezzoli della donna. Una cavalcata eccitante che lui volle provare anche al contrario. Ci invertimmo e stavolta me lo presi io dentro il culo mentre lui slinguazzava un pochino tette e fica di lei. Mi piacque così tanto prenderlo indietro che schizzai a mille per l'eccitazione. Pochi secondi dopo sentì la sua sborra calda riempire magicamente il mio culetto sfondato. Orgasmi magnifici in compagnia di quella ragazza ma in realtà ci eravamo fatti alla grande tra uomini. Uscendo da quella stanza chiesi a lui: "T'è piaciuto?", mi disse: "Molto e a te?", risposi: "Anche a me, tanto". Gli detti un bacio in bocca poi chiesi: "Che ne diresti di risparmiare la prossima volta?". Lui chiese: "In che senso?" ed io risposi: "Ti andrebbe di farlo da soli?". Lui sorrise, mi dette un bacio con la lingua e poi ironico esclamò: "Sei pazzo! Mica sono frocio!". Da allora continuiamo a scopare e a godere tra noi senza donne.   








Il cazzo per tutta la famiglia

Mi chiamo Harry. Vivo con mia madre e mia sorella e sono gay. Luigi fu accolto in casa nostra come fidanzato di mia sorella Viviana. Lei gli dette subito la fica e ben presto anche il culo. Ma quel porco di Luigi ci sapeva fare con le donne e, pian piano, riuscì a sedurre e castigare anche mia madre Luisa, da tempo in astinenza di cazzo. Fu tremendo vedere mia madre farsi sfondare il culo ma anche lei aveva le sue esigenze da tempo inappagate. Mia sorella non sapeva di mia madre e il don Giovanni continuò a fare i suoi comodi indisturbato per molti mesi scopandole entrambe. Le due si fecero rompere il culo a lungo dall'abile seduttore. Spiavo le goduriose scopate e mi segavo, immaginavo quel cazzo duro dentro di me. Un giorno confessai a Luigi di essere gay e di volerlo fare con lui ma, com'era prevedibile, fui rifiutato. Mi disse: "Finocchio io fotto solo le donne!". Risposi: "Ah si?" risposi io e proseguì: "...allora pensa se Viviana sapesse che ti scopi mia madre, finirebbe la giostra". Mi pregò di fare silenzio ed io in cambio gli dissi di spogliarsi. Iniziai con un bel bocchino raffinato che le donne di casa mai gli avrebbero propinato con tale accuratezza, poi fui pronto a farmi rompere il culo da lui. Quel cazzo mi fece sollazzare di piacere ed anche lui ci prese gusto. Tutto fantastico compresa la sborrata calda che mi riempì il culo. Ma proprio in quel frangente entrarono le donne di casa nella stanza dove stavamo fottendo. Mia madre incazzata e in preda alla gelosia si lasciò sfuggire: "Non ti bastano le donne, ora ti fotti pure gli uomini porco!". Viviana chiese: "Mamma perchè parli al plurale?" e capì la situazione. Viviana sconvolta schiaffeggiò Luisa dandole giustamente della puttana, poi diede a me del frocio rotto in culo e scappò via piangendo. Mia madre stizzita esclamò: "Luigi hai distrutto una famiglia!" e corse a calmare la figlia. Ma tutto quel casino andò a mio vantaggio, dissi: "Tranquillo Luigi in questo buco potrai sempre entrare" e lo baciai in bocca. E adesso quel cazzo me lo godo tutto io in esclusiva.


 






Tutti i cazzi per mio marito

Mi chiamo Eveline. Non avrei mai immaginato che mio marito Corrado sotto sotto fosse una gran puttanella con gli uomini. Dopo un annetto di matrimonio cominciò a desiderarmi sempre meno fino a non voler più scopare. Pensai si trattasse di un periodo no e non mi preoccupai troppo. I dubbi crebbero quando notai un insolito comportamento. Ogni volta che veniva un tecnico per la risoluzione di alcuni problemi domestici lui diceva sempre: "Cara vai pure a fare la spesa, penso io a questi inconvenienti di casa". Faceva così con elettricista, idraulico, falegname etc... Seguivo puntualmente le sue indicazioni, quando rientravo dalla spesa trovavo il problema risolto e lui molto rilassato. Dubbiosa chiedevo: "Caro ma non ti stressano ste noie casalinghe?", lui rispondeva: "No, al contrario! Mi piace affrontarle". La situazione mi puzzava eccome e così, una volta, tornai più rapidamente a casa e scoprì la verità spiando. Mio marito lo stava prendendo in culo dall'elettricista a pecorina. "Ecco svelato il mistero", pensai. Una fottuta pazzesca che si concluse con la sborrata del tecnico sulla pancia del mio coniuge. Non rivelai la mia presenza e ripetetti la sbirciata anche con gli altri tecnici. Constatai che tutti se lo scopavano. Una sera a letto glielo dissi in faccia: "Ti ho visto sai, sei proprio una gran troia!". Lui rispose: "Son gusti mi spiace devi accettarlo". Gli risposi: "Ok lo accetto ma io sono tua moglie e voglio la mia parte del tuo sedere!". Volevo incularlo anche io ma lui disse di no, che gli piaceva solo il cazzo vero. A quel punto gli posi l'ultimatum: "Bhè dovrai fartelo piacere altrimenti dico in giro a tutti quello che fai con gli uomini". E così, per paura che lo sputtanassi agli occhi di tutti, cedette ed io me lo scopai. Da allora lo fotto almeno 2 volte alla settimana.





   





Inondato dal mio amico

Cominciò quasi per gioco tra me e lui. Mi disse:"Rilassiamoci un pò". Ci spogliammo adagiandoci sul letto. Il suo cazzo sfregava contro il mio e la voglia cresceva sempre più finchè mi ritrovai impalato a candela dal suo gran bastone. Da lì proseguimmo la scopata a pecorina e a missionaria. Mi castigò bene il monello e, alla fine, il mio culo si allagò di sborra. 





Trasgressioni erotiche particolari

Tu e lui siete amici. Le vostre donne, complici tra loro e altamente puttane, vogliono godersi una scopata trasgressiva tutta al maschile. Sul letto, a pecorina, il cazzo deve entrare nel culo maschile e sfondarlo per appagare in pieno le voglie porche delle signore pronte a sditalinarsi. Chissà cosa combinereste tu e l'altro...




Auguri!

Si lo so che manco da tanto, ma
almeno gli auguri di Natale dovevo farveli!
Spero di tornare presto a scrivere...
Un bacio a tutti

Vu



Auguri!

Si lo so che manco da tanto, ma
almeno gli auguri di Natale dovevo farveli!
Spero di tornare presto a scrivere...
Un bacio a tutti

Vu