Archivio mensile:giugno 2009

X

X - solo fronte.JPG

30 giugno 2009:

è nato “X: diario di un mostro qualunque”.

Vi regalo una piccola anteprima.

PROLOGO

  

Il male è a volte impercettibile e a volte è un fiume in piena, inarrestabile. È un mostro che ti cammina accanto, vive nella tua ombra, si appoggia sul tuo dolore, alimenta la vendetta. Non esiste rimedio al mondo per evitarlo.

Quando un uomo malvagio muore, il male cerca subito un altro corpo per risorgere. Scava con le sue unghie affilate dentro quell’angolo nero congenito in ogni cuore e porta a galla lo sporco. Lo sporco è pieno d’odio, sadismo, irrazionale crudeltà. E poi ti mangia…lentamente…vorace!

Il male non ha facce. Prende in prestito la nostra, la forgia e la deforma fino a plasmare individui senz’anima, spinti da un irrefrenabile voglia di sopraffare il prossimo, di distruggerlo, polverizzarlo.

Il male ti guarda, ti invita, asseconda gli istinti più bassi, aizzando la rabbia che coviamo in fondo al fegato.

Poi sceglie un nome…e quello diventa il nome di un assassino, di un mostro qualunque.

 

 

 

X

X - solo fronte.JPG

30 giugno 2009:

è nato "X: diario di un mostro qualunque".

Vi regalo una piccola anteprima.

PROLOGO

  

Il male è a volte impercettibile e a volte è un fiume in piena, inarrestabile. È un mostro che ti cammina accanto, vive nella tua ombra, si appoggia sul tuo dolore, alimenta la vendetta. Non esiste rimedio al mondo per evitarlo.

Quando un uomo malvagio muore, il male cerca subito un altro corpo per risorgere. Scava con le sue unghie affilate dentro quell’angolo nero congenito in ogni cuore e porta a galla lo sporco. Lo sporco è pieno d’odio, sadismo, irrazionale crudeltà. E poi ti mangia…lentamente…vorace!

Il male non ha facce. Prende in prestito la nostra, la forgia e la deforma fino a plasmare individui senz’anima, spinti da un irrefrenabile voglia di sopraffare il prossimo, di distruggerlo, polverizzarlo.

Il male ti guarda, ti invita, asseconda gli istinti più bassi, aizzando la rabbia che coviamo in fondo al fegato.

Poi sceglie un nome…e quello diventa il nome di un assassino, di un mostro qualunque.